Armadillo Club

– LIVE MUSIC PROMOTION –

Armadillo Club

BOB BROZMAN

 fotonaBrozman Il 23 aprile del 2013, inespettatamente, il caro amico Bob ci ha lasciati. E’ una perdita enorme, con lui abbiamo lavorato, parlato, progettato, condiviso tante avventure e riso tanto, perchè Bob, oltre al genio musicale, aveva un’intelligenza, un’umanità e un’ironia sempre più rare. Non ci sono molte parole per commentare questo triste evento, se non confermare che il suo ricordo e la sua filosofia di vita vivranno sempre con noi e illumineranno i percorsi musicali che intraprenderemo nel futuro. La vicinanza e il rapporto con sua moglie Haley S. Robertson Brozman continueranno per sempre, così come Sarzana, che aveva scelto come seconda patria, sarà sempre la sua casa.

Invitiamo tutti coloro che spendono stupide parole per sporcare il suo ricordo e la grandezza della sua umanità a rispettare un silenzio doveroso. Bob è stato un grande artista e un grande uomo, inarrivabile per molti. Per tutto ciò non toglieremo mai la sua biografia e la sua presentazione nel nostro sito; per noi è come aspettare la prossima telefonata o il prossimo messaggio, pronti a partire ancora in tour con lui per una nuova avventura musicale. Ai tanti che ci hanno scritto e testimoniato la riconoscenza e l’amore verso le sue lezioni musicali e di vita mandiamo un caro saluto e un ringraziamento sentito. Prossimamente pubblicheremo qualcuno dei commoventi saluti che ci sono giunti. Ciao Bob

Bob's cartoon

The King of National resophonic guitar

Siamo orgogliosi di rappresentare per l’Italia questo grande musicista, entertainer, etnomusicologo. Nato a New York nel 1954, Bob scoprì le chitarre resofoniche National all’età di 14 anni. Da allora i suoi studi etnomusicali si sono concentrati su questo strumento, dalle sue radici nel Delta Blues alla musica Hawaiana ed oltre. Nel corso degli anni la sua passione per gli strumenti resofonici lo ha portato a possedere una collezione incredibile e a essere riconosciuto unanimemente come il più grande intenditore vivente. E’ un maestro di blues, slide, hot jazz, musica hawaiana e caraibica e soprattutto un grande ricercatore di culture musicali nel mondo; così questi strumenti con lui suonano, oltre al blues e alle atmosfera hawaiane, la musica africana, indiana, giapponese, quella delle Isole della Reunion e di Papua-New Guinea. Nei vari continenti incontra musicisti straordinari, producendo session musicali memorabili per energia, idee musicali e rispetto per le autenticità e diversità. Un viaggio interminabile intorno al mondo che fonde musiche e culture in una miscela esplosiva che coinvolge l’ascoltatore fin dal primo momento. Più di 200 concerti l’anno in tutto il mondo, con uno spirito di autoproduzione sia negli spettacoli che nelle produzioni discografiche, lontano dal grande e scontato business commerciale. La sua attività inoltre prevede collaborazioni con numerose riviste musicali, programmi radiofonici e televisivi e lavori cinematografici. Bob Brozman è uno di quei rari artisti la cui energia musicale combinata con la profondità di conoscenza dello strumento riesce a coinvolgere gli spettatori di tutto il mondo in una miscela di stupore, comicità e partecipazione a ritmi trascinanti. Un acrobata della chitarra che nessuno dimenticherà dopo una esibizione “live”.

“La tradizione americana è stata la mia prima grande passione: una grande scuola d’arte e cultura, ma il mondo viaggia troppo velocemente per aver nostalgia del passato. Da qualche anno, poi, ho cominciato a viaggiare per il mondo e ho scoperto realtà artistiche e culturali altrettanto seducenti, che sto vivendo al presente”. “ …a volte, visto il mio aspetto fisico non proprio da americano tipo, mi chiedono da dove provengo: mi piace rispondere da una Nazione tutta mia, dove regna una democrazia utopica; dove tutti suonano e dove c’è rispetto per le culture e le tradizioni più disparate…” “Le più elevate forme di musica sono quelle che scaturiscono da una sorta di urlo dell’animo umano. Ci sono ovunque, anche nella cultura occidentale, vedi la tromba di Louis Armstrong o di Miles Davis, la chitarra di Django Reinhardt e Jimi Hendrix. Così la musica diventa un linguaggio universale. Di fatto la comunicazione musicale viene trasmessa attraverso i muscoli delle braccia, delle dita. E’ addirittura più veloce del canto e della parola: è una comunicazione diretta fra cervello e muscoli…” “…i viaggi per il mondo, l’incontro con universi sonori disparati sono state esperienze umane e culturali prima ancora che artistiche… Viaggiare per il mondo mi ha fatto nuovamente innamorare del genere umano. Oggi mi considero un antropologo, uno scienziato della musica e degli strumenti a corde…”

WWW.BOBBROZMAN.COM


MAIN EVENTS – EVENTI PRINCIPALI

Vancouver Folk Festival Belgium Rhythm’n’Blues Festival Montreal Int. Jazz Festival Lincon Center Blues Festival N.Y. Barcelona Blues Festival Fuji Television Network, Japan French-German BI-National TV Portland World Music Festival Dorpfeesten, Holland Hot Jazz Festival PT Townsend, WA University of Texas, Austin Atlant High Museum, GA Folkstudio, Roma Chicago Blues Festival Paleo Festival, Nyon, Switzerland Philadelphia Folk Festival Victoria Jazz Festival Winnipeg Folk Festival Womad Festival, England Edmonton Folk Festival BBC Television, England Intern. Guitar Festival, Martinique American Radio Company, Acoustic Guitar International Meeting, Italia London Music Show Guitar Passion Festival, Nice, France San Diego Folk Festival Dobro Festival, Slovak Rep. 200 concerts in U.K. ’91-‘2000 200 concerts in France ’92-’94 African Tour 2002 Australian Tour 2002-2003 Nuova Guinea Tour 2003 Australian Tour 2004 UK, Holland Tour 2004 Canadian, Australian. Italian Tour 2006 European Tour 2009 Selected Shows in USA, Scandinavian, Germany Tour 2010 European Tour 2011 Italy, Romania, Scandinavia, France, Selected Shows in USA 2012

PRESS REVIEW – RASSEGNA STAMPA

“Certamente un musicista singolare, un chitarrista di virtuosismo inconfondibile ….un professore della sei corde pieno di energia sul palco e fuori….” -LE MONDE, PARIS “Bob Brozman supera i limiti dell’immaginazione!” WINNIPEG FOLK FESTIVAL PROGRAM

“Un vero artista, Brozman rappresenta genio ed umanità…..” VANGUARDIA; BARCELONA

“Scolpisce il suo nome in lettere di fuoco sul Monte Rushmore dei chitarristi slide americani!” ROCK AND FOLK MAGAZINE, PARIS

“Un performer completo che cattura la sala dall’inizio alla fine…. difficile immaginare uno show migliore”. AUSTIN AMERICAN_STATESMAN, TEXAS

“Un’autentica enciclopedia di blues mondiale primitivo, presentato con virtuosismo e incomparabile humor…” EL PAIS; MADRID

“Se la musica esistesse negli altri universi, Bob sarebbe il rappresentante della Terra per una collaborazione interplanetaria” FARSIDE MUSIC, UK/JAPAN

DISCOGRAPHY

1974 YOUR PALE 1978 CHEAP SUIT SERENADERS N.3 1981 BLUE HULA STOMP 1983 SNAPPING THE STRINGS 1985 HELLO, CENTRAL….GIVE ME DR.JAZZ 1988 DEVIL’S SLIDE 1989 TAU MOE FAMILY W/BOB 1992 TRUCKLOAD OF BLUES 1992 EVERYBODY SLIDES 1993 SLIDE CRAZY 1994 SLIDE A GO GO 1995 DUO WITH MARTIN SIMPSON 1997 THE RUNNING MAN 1997 KIKA KILA MEETS KI HO’ALU with Ledward Kaapana (Hawaii) 1999 FOUR HANDS SWEET AND HOT with Cyril Pahinui (Hawaii) 2000 IN THE SADDLE with Ledward Kaapana (Hawaii) 2000 GET TOGETHER with Woody Mann 2000 JIN JIN with Takashi Hirayasu (Okinawa) 2000 OCEAN BLUES with Djeli Moussa Diawara (Guinea) 2000 TONE POEMS III with David Grisman and Mike Auldridge 2001 NANKURU NAISA with Takashi Hirayasu (Okinawa) 2001 LIVE NOW 2002 ROLLING THROUGH THIS WORLD with Jeff Lang (Australia) 2002 DIGDIG with Rene Lacaille (La Reunion Island) 2003 METRIC TIME 2003 MAHIMA with Debashish Bhattacharya (India) 2004 BLUES REFLEX 2005 SONGS OF THE VOLCANO Papua-New Guinea Stringbands with Bob Brozman CD/DVD 2007 LUMIERE 2007 POST INDUSTRIAL BLUES 2009 KANI WAI with George Kahumoku (Hawaii) 2010 SIX DAYS IN DOWN with John McSherry, Donal O’Connor (Ireland) 2012 FIRE IN THE MIND